il cuore accelera, poi si ribella”…primo giro…

…È iniziata così, per gioco, a sfottò…”e tu Donatè quando vieni in bici?”, “e tu ci vai in bici?”…qualche settimana di domande del genere, poi l’emozione sul viso di Dino, l’entusiasmo di Manuela e di Simon dopo il viaggio in Austria, e mi sono chiesta perché non provarci?

Poi davanti una tappa del Tour de France: quando andiamo in bici?

È cosi eccomi qua, occhi spalancati alle 8 del mattino, agitazione alla bocca dello stomaco, prime telefonate “oh oggi vado in bici al pantano e se…cado, non ce la faccio, figuracce?”…”cavolo è pure ventilato, giusto oggi”…poi ci siamo, eccola la, la bici presa in prestito da Giulia.

Sellino alla giusta altezza per le ginocchia, inclinato bene, ruote gonfie, casco “vai, sali e pedala!”

Oh oh, non mi ricordo più come si fa…come si curva, prime sbandate, frenate brusche,poi il corpo si rilassa, si accomoda, stiamo prendendo confidenza…poi numeri, giri di catene, leva di destra, leva di sinistra, alleggerisci/indurisci, “vabbè cammina che impari” (ancora ho qualche difficoltà)…

Poi la prima discesa, il sole, il vento in faccia, i piedi che sembrano sapere cosa devono fare, l’adrenalina che inizia a salire e l’ansia man mano scompare…un po’ di timore per la strada, per i camion, il vento che mi sposta, il manubrio che non riesco a tener ben fermo, il cambio che mi fa impazzire, ma ce l’ho fatta, vedo il cancello de Le Sirene, siamo arrivati, sono arrivata!

Piccola sosta, si torna indietro, sembra più semplice, siamo in discesa, eppure il cambio insiste col confondermi, ma continuo a provare, a cercare la pedalata giusta…”dopo il cavalcavia inizia la salita, respira per bene, concentrati e vai piano”…ok, un bel respiro e si sale…

Dai dai, non sento più niente, solo i miei pensieri, vedo solo la strada…il cuore accelera poi si ribella…non ce la faccio…mi fermo…

Noo, mi è bastato solo pensare di non farcela, pensare che mancava ancora tanto, troppo alla fine della salita, è come se la bici avesse percepito la mia fatica, la mia resa, ci siamo fermate insieme.il cuore a mille, il respiro corto, non ce la potevo fare…una sconfitta?no, una sfida che mi aspetta!

Annunci