Storia di un sogno che diventa impegno e che forse, diventa realtà.

Sono anni che si parla della riconversione della tratta ferroviaria dismessa delle FAL che collegava Potenza a Laurenzana. Si passa dal ripristino del treno alla creazione di una linea turistica fino alla realizzazione di una pista ciclo-pedonale.

Per noi è il sogno di costituzione, il primo motivo che ci ha spinti a creare ciclOstile.

In tutte le nostre attività di promozione, nelle proposte al Comune, alla Regione c’è sempre un riferimento, un richiamo, una richiesta per la realizzazione di un atto dovuto nei confronti dei cittadini di Potenza e dintorni: l’immediato recupero del primo tratto, quello che collega Potenza all’area di Pantano, frequentatissima da ciclisti di ogni genere, famiglie, podisti, anziani…

Negli ultimi mesi  abbiamo incontrato più volte il Comune di Potenza (il Sindaco, ma soprattutto l’assessore alla Programmazione Antonella Cutro e il suo staff) e il dipartimento infrastrutture e trasporti della Regione Basilicata (il dirigente dell’Ufficio Trasporti, l’ing-Donato Arcieri)  per verificare la fattibilità di questo importantissimo intervento, il reperimento dei fondi, l’inquadramento nella prossima programmazione e pare che la nostra insistenza stia producendo i primi frutti.

Insieme al Comune abbiamo effettuato un ulteriore sopralluogo per verificare il primo tratto – quello più complicato per una serie di appropriazioni da parte di privati, per la recente realizzazione del nodo complesso a discapito della totale scomparsa della vecchia traccia – e come la futura ciclabile può riconnettersi al lungo Basento (oggetto di realizzazione di un anello ciclabile…?) e costituire un sicuro punto di accesso e uscita dalla città in direzione ovest.

Ecco alcune foto del sopralluogo, noi continuiamo a lavorare, voi continuate a seguirci e a supportarci: il nostro risultato sarà il risultato di tutti!

 

 

Annunci